Ariete, il segno dell’inizio, il segno della creazione

di Eleonora & Marino Cortese

Ariete

Il segno dell’Ariete è il primo segno dello Zodiaco, colui che dà inizio ad un nuovo ciclo annuale. E’ un segno maschile, positivo, di Fuoco. Il Fuoco dell’Ariete è quello della scintilla iniziale che dà inizio alla creazione. Ecco perché i nativi del segno sono dotati di grande energia propulsiva e dinamica, che va direzionata in modo costruttivo, sono ricchi d’iniziativa, combattivi, ma anche impulsivi. E’ un segno cardinale, poiché con l’ingresso del Sole nel segno ha inizio la stagione della Primavera.

Per gli antichi egizi, Ariete era la rappresentazione di Amon, dio della creazione e della fecondità. Secondo la Tradizione esoterica, l’arcangelo Raphael presiede alla Primavera. Egli libera tramite il calore le energie contenute nel seme, facendo morire il seme stesso affinché tutto ciò che in esso è contenuto possa uscire liberamente prendendo la forma che gli è propria. Ecco che avviene la manifestazione e basta guardarsi attorno in Primavera per sentire come la Vita manifesti se stessa con infinite varietà di colori, di forme e con una forza esplosiva e accelerata. Chi nasce in questo periodo contiene in sé tale forza e coraggio.Raphael

Ciò significa però anche che nella natura dell’Ariete è insito il senso del sacrificio: il dare la vita perdendola. La rappresentazione del segno è un agnello, la cui radice, “agnus”, agnello, contiene in sé anche quella di “ignis”, fuoco: il fuoco che purifica e rigenera. La Pasqua non a caso si festeggia la domenica dopo la Luna piena nel segno dell’Ariete, dove il Cristo, l’Agnus Dei, viene sacrificato per dare la vita in estremo atto d’amore.

Marte e Plutone sono i signori del segno. Marte è il dio della guerra, colui che dona la grande energia dinamica centrifuga e rompe con la sua spada la rigidità del seme che per troppo tempo è rimasto sepolto e fermo in Inverno. Il seme quindi muore a se stesso attraversando un processo di morte e rinascita al quale sovraintende Plutone, dio dell’Ade.

glifo di Marte

glifo di Marte

glifo di Plutone

glifo di Plutone

 

Il Sole, in Ariete al massimo della sua forza, astrologicamente parando “in esaltazione” nel segno, dona quella Luce e quel calore necessari alla nuova nascita, ad un nuovo stato, alla resurrezione.

“Se il seme non muore, non produce frutto” (Giovanni, 12,24)